CONTRATTO FORMATIVO GENERAZIONE CIRCOLARE

Il progetto intende promuovere la consapevolezza – a partire dai più giovani 14/35 anni di età – e la necessità di modificare i nostri comportamenti, rendendoli più sostenibili, promuovendo azioni virtuose, coinvolgendo e sensibilizzando chi abbiamo intorno.

L’Economia circolare attiva un processo di auto-generazione in cui tutte le attività sono organizzate in modo tale che i rifiuti di qualcuno – o quelli derivanti dai cicli produttivi – diventino risorse per qualcun altro al fine di poter ridurre il consumo delle risorse naturali e delle materie prime. La Commissione Ambiente del Parlamento Europeo ha approvato il pacchetto delle misure sull’economia circolare. Questo rappresenta una straordinaria occasione per compiere l’auspicata rivoluzione nell’ottimizzazione dell’uso di risorse naturali e nella gestione dei rifiuti, rottamando l’utilizzo della discarica e quello del recupero dei rifiuti a fini energetici, ma non solo. Si posiziona come punto di svolta per la lotta allo spreco di cibo, obbligando anche alla raccolta separata della frazione organica, allungando la vita dei prodotti, imponendo vincoli alla loro riciclabilità e riparabilità (es. elettrodomestici). Ulteriore aspetto, non meno importante, è il vantaggio in termini di competitività, innovazione ed economia della proposta. Tale pacchetto migliora considerevolmente la proposta del 2015 fatta dalla Commissione europea, in particolare per quanto riguarda i target di riciclaggio al 2030, innalzati al 70% per i rifiuti solidi urbani e all’80% per gli imballaggi.

La transizione da Economia di “tipo Lineare” a quella “Circolare”, passa necessariamente dal riutilizzo della Materia Prima Seconda (MPS), ottenuta dal riciclo dei materiali – prima trattati come rifiuti – e comporta cambiamenti nelle catene di valore, nella progettazione dei prodotti riutilizzabili e non più “usa e getta”. Un cambiamento nei modelli di mercato e di impresa, fino a modificare le nostre modalità di consumo.

Il progetto vuole mettere in relazione i giovani coinvolti con il mondo delle imprese, i soggetti istituzionali con quelli culturali, stimolando curiosità e voglia di conoscenza intorno alla tematica dell’economia circolare – buone pratiche già presenti nella nostra provincia e in Italia – per costruire insieme una visione e poter sviluppare idee innovative che possano diventare impresa, servizi alle imprese e produrre ricchezza, lavoro e qualità ambientale. Per costruire insieme la strategia dello sviluppo locale per la prossima programmazione dei fondi europei 2021/2027 aderendo ad una specifica area tematica del Programma Leader: comunità energetiche, bioeconomiche e ad economia circolare. Argomenti utili a stimolare la formazione, lo studio e rivitalizzare il protagonismo dei giovani sulle strategie e le azioni per la promozione e l’innovazione, anche e soprattutto in campo ambientale, nella provincia di Foggia, educare all’utilizzo delle nuove tecnologie, a partire dall’uso di piattaforme di interazione e divulgazione in remoto.

OBIETTIVI GENERALI E SPECIFICI

1. Miglioramento ambientale attraverso azioni indirette.

2. Sensibilizzazione della fascia giovanile della popolazione ai temi della salvaguardia dell’ambiente e della valorizzazione economica del rifiuto come risorsa.

3. Rivitalizzare il protagonismo dei giovani sulle strategie e le azioni per la promozione dell’innovazione ambientale nella provincia di Foggia.

4. Valorizzare le idee culturali e d’impresa della fascia giovanile della popolazione sui temi legati all’Economia Circolare.

5. Educare all’utilizzo delle nuove tecnologie, con l’uso di piattaforme di interazione e divulgazione in remoto.

RISULTATI ATTESI

–             Crescita della consapevolezza nella popolazione giovanile della Capitanata delle opportunità legate alla chiusura dei cicli produttivi.

–             Accrescimento delle competenze culturali e tecniche per individuare opportunità di iniziative di economia circolare di Capitanata

– Forum e workshop specifici:

1. “L’interesse dell’industria verso l’economia circolare” – venerdi 15 ottobre 9.00 – 13.00 su piattaforma e in presenza dalla Confindustria di Foggia

2. “EcoForum Provinciale sull’Economia Circolare, workshop e laboratorio sull’Agroecologia” – sabato 16 ottobre 10.00 – 13.00 su piattaforma e in presenza dal Palazzo Ripandelli a Candela.

Tema: Il suolo come serbatoio in grado di sottrarre anidride carbonica all’atmosfera e contribuire alla mitigazione dei cambiamenti climatici. Come le biomasse, scarti della filiera agricola e boschiva possono essere trattate e riconvertite.  Le produzioni agricole valorizzate per la qualità e l’impronta ecologica.

15.30 alle 18.30 Ecoforum: “Agricoltura e sostenibilità come fondamenta della produzione alimentare” e “Modelli di agricoltura sostenibile per un’economia circolare e indicatori buone pratiche”

3. “EcoForum Provinciale sull’Economia Circolare, workshop e laboratorio su artigianato ed economia circolare” – 23 ottobre dalle 10.00 alle 12.30, a Foggia, presso la sede della CNA: Workshop: Principi per un artigianato sostenibile, artigianato ed economia circolare.

15.30 alle 18.30 – APRICENA (sede da definire) . Ecoforum “Artigianato, la progettazione sostenibile; la riparazione e la manutenzione; la distribuzione e la vendita; la rigenerazione ed il riciclaggio”

4. Convegno conclusivo Generazione Circolare: Nuovi orizzonti per la Capitanata – 28 ottobre dalle 10.00 alle 13.00, a Foggia, presso Palazzo Dogana. Organizzato dalla Provincia per la verifica dei risultati e progetti per presentare le idee progettuali da ricollocare in un quadro dinamico nell’ottica dello sviluppo. Dare un orizzonte al Tavolo Provinciale Permanente per l’Economia Circolare.

Al termine del percorso formativo verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

CONTRATTO FORMATIVO GENERAZIONE CIRCOLARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su